Millenaria nasce, alcuni anni fa, da un’idea di Massimo Tosi e Francesca Allegri :

illustrare il territorio attraverso ricostruzioni, mappe, disegni, acquerelli; formando un corpus straordinario di immagini e carte. La ripresa del così detto disegno fiorentino all’antica, che aveva fatto la fortuna della divulgazione artistica ad alto livello e che poi, fino agli anni ’90, eraimmeritatamente decaduto in favore di fredde ricostruzioni computerizzate, era lo strumento con il quale ci si riproponeva di raggiungere lo scopo, valorizzando oltre che una forma di espressione tradizionale ed affascinante anche l’immenso patrimonio artistico, architettonico e paesaggistico della nostra terra. Col tempo  si era sentita come indispensabile coronamento l’esigenza di affiancare alla grafica la parola scritta, nasceva così tutta una serie di opere scritto-grafiche di approfondimento sul nostro patrimonio culturale.
La collaborazione con Enti pubblici quale Regioni, province i comuni, istituti scolastici, agenzie per il turismo ha portato alla nascita di un materiale vario ed articolato; si va dai libri, alle schede didattiche, agli articoli per riviste specializzate, alle guide turistiche; ma soprattutto il settore di interesse è quello della rappresentazione grafica del territorio con carte, ricostruzioni di edifici, monumenti, siti archeologici, città.

Tutto questo materiale costituisce un modo, ricco e vario, per valorizzare le pagine di una rivista specializzata come per illustrare un sito archeologico o integrare la documentazione di un museo. Considerato poi nel suo complesso realizza  un insieme di grande valore poiché ogni acquarello rimanda completandoli a tutti gli altri in una catena illustrativa continua e via via nel tempo sempre più completa ed esauriente.